IL SINDACO DI ODERZO HA IMPEDITO IL DIRITTO DI PAROLA A DON CIOTTI, MA LA DEMOCRAZIA È PIÙ FORTE

DI LUCA SOLDI

 

Noi condividiamo la reazione delle persone che organizzando l’incontro si sono sentite profondamente offese ed hanno deciso di fare in modo che si svolgesse, noi ci sentiamo di condannare il grave comportamento della giunta al governo della città, ma non ci meravigliamo
Non restiamo stupiti
Più di ogni commento a protesta per questo attentato alla democrazia valgono le parole di colui al quale si voleva negare il diritto di parola, la libertà di parola:
“Vado lo stesso a Oderzo, gli organizzatori hanno trovato un’altra sala. Io parlo di persone, parlo della dignità delle persone, chiunque esse siano, quindi si deve parlare dei migranti come delle persone a cui la mafia toglie la dignità. Noi parliamo di persone e nessuno può classificarle secondo le proprie esigenze o le proprie osservazioni”, questo ha commentato don Luigi Ciotti.
Il sindaco di Oderzo ha cercato di impedire ad esercitare la libertà, il diritto, di parola a don Luigi Ciotti, ma non ci è riuscito
La democrazia è più forte