IL VU CANTA’ MAHMOOD NON HA VINTO IL FESTIVAL DI SANREMO

DI LUCA MARTINI

Questo il televoto da casa – scrive su Instagram Ultimo – “Ultimo 46,5%, Il Volo 39,4% e Mahmood 14,1%”. La gente è la mia vittoria». E diserta Domenica In (come pure la Berté, di cui non ho il voto scorporato, Arisa che però ha la febbre e Il Volo che non ci sarebbe andato comunque).

La votazione si eseguiva attraverso il Televoto (per il 50%), la giuria della Sala Stampa (per il 30%) e la giuria d’Onore (per il restante 20%). Ovvero uno non valeva uno.

Sembra che la sinistra (o un gruppo di giornalisti radical chic) conti ancora qualcosa e che abbia speso le sue ultime forze per spedire sul posto più alto del podio Mahmood.

Pare uno scherzo ma lo stesso Ministro dell’Interno ha twittato in favore di Ultimo e ha praticamente suggerito ai suoi fan di impallinare sui social Mahmood.

È un po’ come se Mariano Rumor, agli Interni nel 1973 di un governo Andeotti, avesse mandato un telegramma dicendo a Dori Ghezzi che quell’anno non apprezzava il suo duetto con Wes…

Scrivo queste righe semiserie davanti al televisore, guardando la consueta Domenica In del post festival andare in culo dignitosamente.

Poi googlo un po’ in giro e mi imbatto nel fuoco nutrito della destra, per esempio quello di Libero.it, che propone addirittura un video rivelatore: al momento della proclamazione del vincitore, Mahmood si guarderebbe in giro sperso come se si aspettasse già il colpo del cecchino… L’astuto levantino avrebbe già saputo (guardatelo negli occhi) di avere la palma d’oro di Sanremo in mano e, l’attimo dopo, la polizia alle spalle. Una faccia, insomma, da Vu Cantà.

Tutto questo stupore perché sono un giornalista poco social. Mi sono occupato nei giorni di Sanremo solo del caso Achille Lauro e dei misteriosi silenzi della sala stampa dell’Ariston. Avrei dovuto accorgermi invece già stanotte della vittoria ‘rubata’, leggendo il tweet di Salvini, okay, ma anche il doppio cinguettio di una collega ben altrimenti autorevole che parla di Festival soggetto a una sorta di meticciato italo-arabo. Al momento mi manca ancora di controllare le reazioni dell’area 5S, ma arriveranno anche quelle. Scherzo? No, ho paura di no.