SERIE A: LA JUVE TORNA A CORRERE E A VINCERE: 3-0 A SASSUOLO

Di VANNI PUZZOLO

 

Con un gol nel primo tempo di Khedira e di Ronaldo e Emre Chan nel finale, i bianconeri conquistano altri tre punti avendo la meglio di un comunque battagliero Sassuolo.

Per Dybala, in punizione, solo sette minuti.

Parte meglio la squadra di De Zerbi che approfitta di una coppia centrale, quella bianconera, ancora un po’ in assestamento ( Caceres-Rugani), ma dopo aver preso un grosso spavento per un errore banale dell’ex empolese che si faceva soffiare la palla da Juric che però, davanti a Szczesny ,non era sufficientemente freddo, o se preferite, era bravissimo il portiere bianconero, che usciva, senza travolgere il neroverde( certificato al Var) e riescendo a toccare il pallone quel tanto che basta per impedire il gol.

Poi la Juve, schierata con il centrocampo titolare, con il rientrante Khedira, piano piano si assesta e trova il gol grazie ad un tiro violento di Ronaldo che Consigli poteva solo respingere ma non evitare il tap-in di Khedira in rete, è il minuto 23 e soprattutto il quarto gol del tedesco ai sassolesi, una vera maledizione.

Anche il secondo tempo si apre con la squadra di De Zerbi all’attacco, ma la Juve concede bene poco, anche se una occasione clamorosa per il pareggio il Sassuolo c’è l’avrebbe: minuto 55 Szczesny esce fuori dall’area per aiutare il compagno Rugani, ma svirgola la palla e la consegna di fatto sul sinistro educato di Berardi, la porta è vuota, lui è in posizione un po’ angolata, ma la traiettoria non sarebbe così complicata: invece la palla finisce sul fondo ad un metro dal palo, e la Juventus tira un bel sollievo.

Passano 15 minuti e ci pensa Il solito Ronaldo a mettere in ghiaccio i tre punti: calcio d’angolo perfetto di Pjanic e stacco imperioso del portoghese che anticipa netto di testa l’uscita un po’ avventata di Consigli, 2-0 e partita finita.

Allegri può a questo punto fare i cambi, sempre di qualità , e fare entrare Dybala, solo al 82’ però, probabilmente per fargli ben capire lo sbaglio che aveva fatto in settimana, sebbene si era prontamente scusato, Bentancur ed Emre Chan.
Tocca all’ex Liverpool chiudere definitivamente la gara :Emre Chan con Dybala e Ronaldo chiude un perfetto triangolo e al minuto 84 sigla il 3-0 con un bel diagonale di sinistro.

La Juve ristabilisce quindi le distante, ( +11 ), anzi le aumenta dal Napoli inseguitore ( ?) e soprattutto comincia a pensare alla partita di Madrid, con tutti gli effettivi a posto, dando per scontato che già venerdì, nell’anticipo di campionato con il Frosinone rientreranno sia Bonucci che Chiellini, per incamerare minuti in vista della Champions.

Che, inutile dirlo, a campionato acquisito e fuori della Coppa Italia, rimane sempre più il grande obiettivo stagionale.