SMALTIMENTO RIFIUTI PERICOLOSI. AQUARIUS ASSOLTA

DI EMILIO MOLA

Il 20 novembre scorso il noto vicepremier del governo giallo-nero gongolava così per il sequestro della nave Aquarius, colpevole secondo il procuratore Zuccaro (lo stesso che da due anni dice che l’Ong fanno affari con i trafficanti, ma siamo ancora in attesa delle prove) di smaltimento illecito di rifiuti pericolosi.

I rifiuti pericolosi erano i vestiti dei migranti.

Niente, ieri il Tribunale del Riesame ha smontato tutto giudicando l’accusa “inconsistente”. E si è ora in attesa delle scuse del ministro. Che arriveranno sicuramente.

La notizia comunque è stata data dal Tg1. In 8 secondi netti e senza servizio. Ovviamente.