E BUSSETTI NON SI E’ ANCORA SCUSATO

DI NICOLA FRATOIANNI

Il ministro dell’Istruzione leghista non solo non si è ancora scusato per la fesseria contro i meridionali e il Sud, fregandosene di presidi, docenti, studenti, sindaci, forze politiche e perfino di qualche suo amico di governo. Ma non contento, oggi di fesserie ne dice parecchie altre in un’intervista.
Soprassedendo per un attimo sulla sua scelta di insistere su amici e collaboratori meridionali dal vago sapore coloniale, il voler affermare come fa oggi che sulla scuola è sbagliato chiedere solo risorse è assolutamente offensivo e fuori dalla realtà: lo vada a dire a quei docenti, a quegli studenti, a quelle famiglie che vivono in scuole fatiscenti, senza moderni strumenti didattici, spesso senza fondi per migliorare l’offerta didattica.
Se Bussetti non avverte il bisogno di una scelta di dignità dimettendosi sia l’attuale maggioranza a procedere alla sua sostituzione.

Risultati immagini per E BUSSETTI NON SI E' ANCORA SCUSATO