BRIGITTE NIELSEN INCINTA A 54 ANNI : “HO TENTATO FINO ALL’ULTIMO EMBRIONE”

DI PATRIZIA ING. LASSANDRO

Brigitte Nielsen rivela le gioie e i dolori relativi alla nascita della quinta figlia, Frida, nata nel giugno scorso quando la madre aveva 54 anni. Dalla California ha raccontato la storia della sua tanto desiderata gravidanza al The Guardian, che l’ha incontrata e intervistata. Ha anche postato in passato su instagram foto con il pancione in primo piano.
L’attrice vive da anni negli Stati Uniti ed è sposata dal 2005 con il produttore italiano Mattia Dessi più giovane di lei di 15 anni. Cupido ha scoccato la freccia per loro a Lugano.
Adesso è raggiante perchè dopo lunghissimi e spossanti tentativi con l’inseminazione artificiale ha concepito il suo bambino.
Nielsen ha dichiarato: “è stato duro, logorante e complicato, servono un sacco di soldi e fatica, soprattutto a quest’età. Gli ormoni reagiscono in maniera diversa a seconda di ogni donna e quando ti senti dire al telefono ‘mi dispiace’ ne esci distrutta. Ma io non ho mai mollato. Avevo solo il 2,5% di possibilità, almeno cosi mi avevano detto i medici, che mi avevano messo subito in guardia: ‘Aspetta almeno ventisette settimane prima di dirlo ad amici e parenti’. Il rischio era troppo elevato”. Brigitte inizialmente non ne ha parlato con nessuno nemmeno con la sua mamma. Solo al settimo mese ha svelato il suo lieto segreto, quando oramai la sua piccola Frida aveva il 98 per cento di possibilità di sopravvivere al parto.
L’attrice ha anche detto: “qualcuno mi ha detto che sarei ridicola a fare una cosa del genere alla mia età, ma questi sono affari miei. Pensate agli uomini che hanno figli a cinquanta, sessanta, settant’anni. Jeff Goldblum ha concepito il suo secondo figlio poco tempo fa, a 64 anni. E allora?”.
L’attrice ha quattro figli Julian di 34 anni, Killian di 28 anni, Douglas di 25 anni e Raoul di 23 anni avuti da precedenti relazioni. Brigitte è stata sposata con Raoul Meyer (1993-2003), Sebastian Copeland (1990-1992), Sylvester Stallone (1985-1987) e Kasper Winding (1983-1984).
Lei però non si è piegata al trascorrere inesorabile degli anni, né tantomeno scoraggiata. Non ha mai mollato: “mi sono sempre detta: ci provo fino all’ultimo embrione rimasto, qualcuno deve pur vincerla questa lotteria”.