RESISTERE NON BASTA. BISOGNA COSTRUIRE

DI BEBO MORONI

Questo mondo non è mai stato perfetto. Ma in altri tempi aveva dei sentimenti. Conosceva la solidarietà, gli ideali. De-ideologizzazione, globalizzazione, liberismo selvaggio, l’hanno trasformato in un mondo esasperato, incarognito, egotico, intollerante, dove le opinioni, le idee che non vanno all’ammasso, i sentimenti appunto, vengono vissuti con fastidio quando non con rabbia e i principi vengono derisi o messi forzatamente a margine. La paura, l’angoscia, l’insicurezza generano la paura dell’altro. Sia il nostro vicino al semaforo o il bambino africano prigioniero della nave che lo ha salvato. Il sospetto è l’imperativo dei tempi.
Occorre lavorare e lavorare sodo a un nuovo umanesimo sociale e culturale. Se esiste ancora qualcuno che non intenda farsi portare dal vento che olezza d’immondizia, ma stare bene sulle gambe e costruire, costruire, costruire. Perché resistere non basta.