JIHAD GLOBALE DELL’ISIS 2.0, MINACCIA VERA E LA FINTA VITTORIA

DI ENNIO REMONDINO

Younger, capo degli 007 britannici MI6. “La sconfitta militare del califfato non rappresenta la fine della minaccia terroristica. La vediamo diffondersi all’interno della Siria ma anche esternamente”.
-“Sulle macerie di Raqqa e di Deir el-Zor, sta nascendo l’Isis 2.0.  Younger, capo degli 007 britannici del MI6 nella cronaca-analisi di Umberto De Giovannangeli sull’Huffington Post. “Sulle macerie di Raqqa e di Deir el-Zor, sta nascendo l’Isis 2.0”. Il vertice dell’intelligence britannnica nei giorni scorsi alle Conferenza sulla sicurezza di Monaco, mentre l’attenzione dei media internazionali inseguiva soprattutto le trionfalistiche dichiarazioni di vittoria nella guerra al “Califfato” del vice presidente Usa Mike Pence. Trombonate politiche a seguire quelle del suo capo, e anche frottole… CONTINUA SU REMOCONTRO:

Jihad globale dell’Isis 2.0, minaccia vera e la finta vittoria