ALBANIA, NARCO-FRATELLO DEL MINISTRO, L’ITALIA E L’ESTRADIZIONE SCOMPARSA

DI ENNIO REMONDINO

L’attuale ministro degli interni albanese con un fratello condannato in Italia a 7 anni per traffico di stupefacenti, condanna esecutiva ma mai eseguita.
-Lui, il ‘non ricercato’ se ne va a spasso perché non c’è richiesta di estradizione.
-Lo scandalo con l’intervento dell’ambasciatore italiano che fa da benzina sul fuoco.  Agron Xhafaj il trafficante di stupefacenti arrestato in Italia nel lontano 2002 con l’aiuto dell’antidroga americana Dea, e condannato, alla fine di tutti i processi d’obbligo, a sette anni e spiccioli di carcere, sentenza definitiva, ma lui ‘latitante’ comodamente a casa sua, in Albania. A capo del delicatissimo ministero degli interni di Tirana, Fastmir Xhafaj, uno dei fratelli delle importante e nota famiglia di Vlora, Valona in Italiano… CONTINUA SU REMOCONTRO:

Albania, narco-fratello del ministro, l’Italia e l’estradizione scomparsa