EUROPA LEAGUE-TUTTO FACILE PER IL NAPOLI, 2 A 0 ALLO ZURIGO ED ACCEDE AGLI OTTAVI

DI VINCENZO PALIOTTI

Come previsto, pronosticato e poi realizzato il Napoli vince anche la gara di ritorno con lo Zurigo ed accede agli ottavi di Europa League in una partita che ha confermato, come nella gara di andata, il divario tra il Napoli e la compagine elvetica. La squadra di Ancelotti ha giocato quasi al piccolo trotto con improvvise accelerazioni per buona parte della gara confermano le difficoltà nella realizzazione degli attaccanti azzurri. Dopo la prima mezz’ora caratterizzata da un gran dinamismo ed aggressività degli svizzeri, il Napoli si fa vivo dalle parti del portiere che non fatica più di tanto a neutralizzare le poche conclusioni che si riducono a due, una di Insigne, a lato di poco, ed una di Mertens con bella parata del portiere Breches. I ritmi della partita, piuttosto bassi favoriscono l’interdizione degli svizzeri che però vengono puntualmente bloccati al limite dell’area azzurra dove i due centrali Chiriches, esordio stagionale, e Koulibaly non danno spazi a nessuno tant’è che l’unico intervento di Meret è in uscita alta sullo svizzero Cissey, uno dei più attivi per gli svizzeri. La partita non decolla, anche per il risultato dell’andata, 3 a 1 per il Napoli, ed in tutto questo l’unico che tenta di ravvivarla è Ounas con i suoi scatti e i suoi cross al centro ben controllati dagli svizzeri. Ed è proprio Ounas a fornire l’assist vincente a Verdi, al 43°, solito scatto del piccolo attaccante sulla destra ed assist prefetto per Verdi che di piatto sinistro infila il portiere. Di li a poco termina il primo tempo. Ripresa che si rifà al primo tempo, Napoli in controllo della gara con possesso palla a favore degli uomini di Ancelotti, alla fine risulterà del 65% contro il 35% degli svizzeri che più che tentare qualcosa pensano a contenere il passivo, anche se il Napoli non si procura un gran chè in avanti. Ancelotti intanto provvede a sostituire Chiriches, non ancora con 0 minuti nelle gambe, con il giovane Luperto. Poco dopo Allan rileva Zielinsky, Carletto pensa alla prossima gara del Napoli a Parma. La partita intanto si ravviva un po’, il Napoli tira i remi in barca appunto pensando alla prossima gara di campionato, dando così più spazio agli svizzeri che però non danno troppi grattacapi a Meret, qualche tiro in più rispetto al primo tempo ma tutti fuori misura. Si arriva quindi al raddoppio degli azzurri con Ounas al termine di una bella azione corale della squadra, assist finale di Mertens per il franco – algerino che mette in rete con freddezza il 2 a 0. Subito dopo Ounas lascia il posto a Milik che appena entrato impegna severamente con un gran tiro che il portiere Brecher mette in angolo con la punta delle dita. Pochi minuti e Milik ha l’occasione per il 3 a 0, ma davanti alla porta non gli riesce di mettere in rete una respinta del portiere Brecher su tiro di insigne. La partita non ha più niente da dire ed il Napoli passa il turno senza correre pericoli. Ancelotti ha utilizzato questa gara per provare cercare di ovviare al “problema” che si è presentato nelle ultime gare in campionato e Coppa Italia, la difficoltà cioè di trovare la via della rete, per questo il tecnico di Reggiolo ha messo in campo sia Milik che Mertens ed Insigne, supportati da Ounas e da Verdi, schierando un 4 2 3 1 che ha dato il suoi frutti, poche palle gol ma due reti sono un buon risultato rispetto alle 18 procurate tra Fiorentina e Torino, la controprova naturalmente si vedrà a Parma, domenica prossima. I protagonisti dei questa gara, per il Napoli: Meret; Hysaj, Chiriches (56° Luperto), Koulibaly, Ghoulam; Ounas (76° Milk), Diawara, Zielinsky (70° Allan), Verdi; Insigne, Mertens. Per lo Zurigo: Brecher; Winter, Bangura, Kryeziu, Kololli (75° Kharabadze); Khelifi, Sohm, Domjoni, Schonbachler (63° Krasniqi); Odey (60° Zumberi), Ceesay. In panchina: Vanins, Mahso, Dixon, Kasai. Coach: Magnin. Arbitro Mr. Sidiropoulos, Grecia.