BALCANI, MEMORIA E FUTURO: BOSNIA VERSO BELGRADO E VECCHI VIZI CROATI

DI ENNIO REMONDINO

Bosnia: 27/o anniversario indipendenza tra divisioni etniche. Festa nell’entità croato-musulmana, non tra i serbi.
-Per fortuna approvato il tracciato della futura autostrada Belgrado-Sarajevo.
-In Croazia invece, molta Nato a favore della Nord Macedonia e poca libertà di stampa in casa. Sventolio di migliaia di bandiere nazionali sugli edifici pubblici e lungo i viali di Sarajevo. Così la Bosnia-Erzegovina finge di essere Stato unitario e festeggia oggi i 27 anni di indipendenza, la separazione dall’allora Jugoslavia che scateno la guerra civile interna col noto e crudele assedio di Sarajevo, massacri a stragi dal 1992 al 1995. Divisioni etniche e politiche allora che di riproducono oggi nella festività negata… CONTINUA SU REMOCONTRO:

Balcani, memoria e futuro: Bosnia verso Belgrado e vecchi vizi croati