CI RISIAMO: UN GIORNALISMO DI NANI E BALLERINE

DI ALBERTO NEGRI

Perché invitare in tv la signora Cuccarini, che dice bestialità, a parlare di politica? Non è solo lei ben s’intende ma cosa facciamo per migliorare il Paese? Mettiamo in cattedra gli asini? Facciamo intervistare i capi di stato a dei guitti? Ma dove è finito questo povero mestiere? Cosa diciamo ai giovani? E’ questo il nostro giornalismo? Prevale un senso di vergogna e scoramento che bisogna assolutamente combattere.

Tav, un gioco delle parti italo-francese?

Anne Tréca, giornalista francese di lunga esperienza, ci mette una pulce nell’orecchio sulla Tav citando fonti informate di Parigi: i francesi lascerebbero agli italiani la decisione di abbandonarla perché risparmierebbero un po’ di soldi per un’opera importante ma per loro non così strategica. Ipse dixit.