IL DISTRETTO CONCIARIO DELLA TOSCANA COMPIE UN PASSO AVANTI

DI ENRICO ROSSI

C’è l’ambientalismo parolaio e dei no; c’è la destra di Salvini e degli inceneritori sempre e comunque; poi, ci siamo noi, la sinistra seria e di governo che concilia lavoro e ambiente sviluppando scienza e tecnica e guidando democraticamente e consapevolmente le scelte.
Ieri, ho firmato un grande accordo di economia circolare con l’associazione conciatori. Centomila tonnellate di rifiuti speciali, che attualmente finiscono in discarica, con un investimento di 80 milioni in tecnologie e depurazione diventeranno a tutti gli effetti concime biologico per agricoltura, mentre i materiali e i metalli recuperati verranno riutilizzati nei processi produttivi.
Il distretto conciario della Toscana compie così un passo avanti verso un futuro ancor più ecosostenibile che richiamerà altri investimenti e altra occupazione su tutta la filiera della moda, decisiva per il lavoro in Toscana e in l’Italia.