NO TAV

DI MITA MEDICI

Avvertimento della notte: Se nominate la parola TAV in mia presenza, mozzico. Non importa cosa ne pensate, si no non lo so, è lo stesso. Stasera qualcuno solo per avermi detto: “Mita è pronto, vieni a TAVola”, ancora sanguina. 😉 E basta no?! Andiamo avanti, facciamo quello che serve veramente a ‘sto Paese! Ristrutturiamo l’esistente, sburocratizziamo con poche regole ma inderogabili, rimettiamo in sesto ospedali, scuole, parchi, cinema e teatri, incentiviamo lo studio e la creatività dei giovani, i treni per muoversi al sud come al nord, abbattiamo certi orrori architettonici e diamo respiro ai paesaggi, mari, monti e colline da sogno per un turismo rispettoso e sostenibile, creiamo un’accoglienza vera e sostenibile sicura fonte di crescita sociale oltre che economica per tutti, ridiamo priorità ad un artigianato unico al mondo, ai nostri prodotti agroalimentari e ad uno scambio rispettoso delle specificità di ciascun Paese. Eh, lo so, sono partita in quarta, ma quanto potremmo stare bene tutti, se solo ci fermassimo a riflettere!