CASO ALESSIO VINCI. SVILUPPI E INCONGRUENZE

DI GUIDO OLIMPIO

Caso di Alessio Vinci, suicidatosi a Parigi. Alcuni sviluppi emersi su Chi l’ha visto.
– Ragazzo si era vantato in un locale di Torino con almeno due persone di aver vinto 300 mila euro, aveva mostrato anche mazzetta di denaro. Lo descrivono euforico. Ha fatto anche un collegamento video con un amico, si vede immagine, ma non sonoro. Appare sorridente e felice.
– Aveva detto che doveva andare a Parigi per incontrare una persona.
– Insieme al famoso biglietto misterioso con la sigla ha lasciato un secondo messaggio inviato a conoscente del nonno. Non è stato rivelato contenuto. L’avvocato ha solo detto che Alessio afferma che vi sono cose più importanti del lavoro e dei rapporti personali. Si conclude con la frase: Digli che questa volta non tornerò più.
Nota: non capisco atteggiamento della famiglia e del legale: perché non diffondono intero messaggio? vanno in tv a sollecitare aiuto e poi usano contagocce…
– Esami hanno rivelato fratture alle gambe, ma anche lesioni alla testa.
– Nessun sviluppo sulla decifrazione del messaggio criptico. Sembra che il ragazzo lo abbia fotografato una decine di volte con la “camera” del suo portatile.
– Hotel di Parigi dove ha dormito l’ultima notte non era stato prenotato.
– In tasca aveva 230 euro.
– Il giorno prima di partire si era comprato giacca da 700 euro.
– Computer e telefonino sono ora nelle mani della procura di Roma.
In breve: molte incongruenze.