CERVELLI DI RIENTRO? STANGATA DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE PRONTA AD ACCOGLIERLI

DI BARBARA PAVAROTTI

Ecco come si aiutano i giovani che vogliono rientrare. La legge che intendeva favorire il rientro degli scienziati dall’estero è stata fatta nel 2010 e prevede per chi torna di pagare l’Irpef solo sul 10 per cento dello stipendio. Che è successo invece? Che l’Agenzia delle Entrate nel 2017 ha stabilito che a questa agevolazione hanno diritto solo gli iscritti all’Aire, l’anagrafe italiana residenti all’estero. Tutti gli altri che sono rientrati, dunque, ora sono considerati evasori totali e il fisco chiede loro un botto di soldi. Insomma, ci portiamo ancora l’eredità di disastri fatti in passato. Ecco perchè bisogna ammettere che la politica in tutti questi anni non ha fatto un accidente. O comunque poteva fare meglio. A partire da una legge non soggetta a rivisitazioni dell’Agenzia delle Entrate.