VIETNAM. EPIDEMIA DI MORBILLO

DI MARIO PIAZZA

Vedere la nostra politica che si palleggia un’autentica bomba a mano con scopi puramente elettorali quando basterebbe alzare lo sguardo per vederne le possibili conseguenze è scoraggiante, e diventa repellente se si pensa che le vittime di questa follìa no-vax sono innanzi tutto i bambini.

Un severo allarme ci giunge dal Vietnam.
Il numero di casi di morbillo è ancora in aumento, secondo le autorità sanitarie vietnamite. Il Ministero della Salute ha recentemente annunciato che dall’inizio di febbraio sono stati individuati numerosi casi di morbillo in 43 diverse province e città. Nei primi due mesi dell’anno nella sola provincia di Hanoi i casi accertati sono stati 192 contro i 22 del 2018.
Il Dipartimento Generale di Medicina Preventiva del Ministero della Salute vietnamita ha registrato a livello nazionale 5.246 casi di febbre con eruzione cutanea, sintomi tipici del morbillo. Inutile dire che Il 90% dei pazienti segnalati non ha ricevuto vaccinazioni, non è stato vaccinato completamente o ha uno stato di vaccinazione sconosciuto.