L’ASSESSORE CON LA SVASTICA SUL POLPACCIO

DI NICOLA FRATOIANNI

Che l’ex presidente di Fratelli d’Italia del Trentino Marika Poletti fosse diventata capo di gabinetto di un assessore della giunta provinciale di centrodestra non è certo una notizia. Ma che una tizia con una svastica sul polpaccio prendesse emolumenti da un ente pubblico e lo rappresentasse invece lo era.
Vedo che alla fine il centrodestra trentino ha avuto un sussulto di dignità civile e ha accompagnato alla porta chi ritiene di voler ostentare questi vergognosi simboli di odio e di violenza.
Mi auguro che in futuro si evitino da parte del centrodestra di questo Paese episodi simili: non ci possono essere ambiguità di sorta nei confronti dei nostalgici del fascismo e del nazismo.