ANNEGRET KRAMP- KARRENBAUER DETTA “AKK” STRIZZA L’OCCHIO ALL’ESTREMA DESTRA

DI SERGIO SERGI

No al “centralismo e allo statalismo europeo”. Mai accettare la “comunitarizzazione del debito o l’europeizzazione del sistema di sicurezza sociale” e neppure il “salario minimo”. È il programma (editoriale sulla Welt am Sonntag) della nuova presidente della Cdu tedesca, Annegret Kramp-Karrenbauer detta “Akk”, eletta al posto di Angela Merkel. Parole di destra, di destra pura, palesemente contraria a nuova integrazione. È molto più che un occhiolino dedicato ai sovranisti alla vigilia delle elezioni di maggio. Parole che dimostrano come, al di là di fumisterie e depistaggi, lo scontro sul campo europeo resta sempre quello tra destra e sinistra, specialmente sul tema delle diseguaglianze sociali. La sinistra c’è?