BOUTEFLIKA RINUNCIA MA LA CRISI NON E’ RISOLTA

DI ALBERTO NEGRI

La crisi algerina si attenua con una vittoria dei manifestanti ma non si risolve. Bouteflika ha rinunciato a concorrere per il quinto mandato presidenziale e rinviato le elezioni, ha quindi nominato un nuovo premier, il ministro degli Interni Noureddine Bedoui, vicino al fratello del presidente, e annunciato un referendum costituzionale che dovrà essere preparato da un’istituzione diretta dall’alto. Bouteflika resta in carica fino a nuove elezioni In poche parole il clan al potere rimane e cerca di guidare la transizione.