VENEZUELA, LA BATTAGLIA DELLA LUCE TRA BUGIE E INGANNI

DI ENNIO REMONDINO

Se è stato provocato, il black-out elettrico in Venezuela è opera di assassini, per la vittime imprecisate (numeri sparati a propaganda) che certamente ci sono state. Per Forbes è «realistica» l’idea del sabotaggio americano della rete elettrica. Il New York Times svela chi ha bruciato gli aiuti umanitari.  Ci vorrà ancora del tempo prima che l’elettricità torni regolare in Venezuela. Al primo black-out, nel pomeriggio del 7 marzo, ne era seguito un altro sabato, proprio quando la situazione sembrava normalizzata, precipitando nel buio l’intero paese. Edomenica notte l’esplosione di un trasformatore elettrico a Baruta, nella periferia di Caracas. Scenari da guerra, col governo costretto a sospendere lavoro e scuola e servizi, denunciando «il brutale attacco terroristico contro il popolo» attraverso il ministro dell’informazione Jorge Rodríguez… CONTINUA SU REMOCONTRO:

Venezuela, la battaglia della luce tra bugie e inganni