CINA ALL’ITALIANA, LA ‘VIA DELLA SETA’ IN UN ALTRO TUNNEL TAV?

DI MICHELE MARSONET

‘Di Maio-Conte contro Salvini-Mattarella: la bomba Cina sul governo’, titolano da destra. Accantonata col trucco la Tav, in arrivo una grana politica ancora più grande per il governo. La nuova “Via della seta”, sviluppo infrastrutturale euro-asiatico. Inquietudini Usa e Ue, ma pure la Lega. Salvini e il sottosegretario Giorgetti a rassicurare Washington anche su Huawei e la tecnologia 5G.
Il nostro Michele Marsonet, da studioso sta ai fatti: ‘Esiste davvero il pericolo che, accettando gli investimenti cinesi nei nostri porti, si rischi di perdere sovranità? E quanto è fondato il timore che una massiccia presenza di Huawei nelle reti telematiche comporti seri problemi a livello di intelligence? Mentre da un lato cresce la confusione italiana circa la possibilità di aderire al grande progetto cinese della “Nuova via della seta” (Belt and Road Initiative), aumentano pure, dall’altro, le pressioni americane volte a impedire un risultato di quel tipo… CONTINUA SUREMOCONTRO:

Cina all’italiana, la ‘Via della Seta’ in un altro tunnel Tav?