DALLA PARTE DELLE DONNE

DI MARCO FURFARO

Se una pena viene dimezzata perché l’omicida è “in tempesta emotiva” o perché “lei lo ha illuso” come se fosse ancora in voga il delitto d’onore, come se fossero attenuanti anziché aggravanti, vuol dire che il problema delle violenze e dei femminicidi in Italia è tutto culturale.

E allora vorrei tanto che ci facessimo una promessa, tutti noi. Di destra, di sinistra, uomini e donne.

Quando sentiamo un politico sminuire, deridere o insultare – che sia Matteo Salvini che brandisce una bambola gonfiabile sul palco per denigrare Laura Boldrini, che sia un consigliere della Lega che dice a Emma Marrone “apri le cosce” o che sia Vincenzo De Luca che insulta Rosy Bindi – dobbiamo schierarci dalla parte della dignità della donna.

E basta.