E MATTEO RENZI ASFALTA LA LE PEN ALLA TV FRANCESE

DI ANTONELLA SODDU

Sentivo, poco fa, un passaggio del confronto tra Matteo Renzi e Marie Le Pen. La signora Le Pen pensando di trovarsi il primo scappato da casa, ha voluto infierire su Renzi usando come argomento la sconfitta alle elezioni del 4 Marzo e sottolineando la vittoria di Matteo Salvini. E’ stato in quel momento che Renzi sfoggiando il suo peggior francese di tutti i tempi ( quasi peggio del mio inglese ) le ha chiarito l’equivoco dimostrandole che il Pd ha ottenuto il 19% dei voti degli elettori mentre Salvini ha ottenuto il 17% e che il Pd non ha voluto fare nessun accordo coi 5S – che sono una minaccia alla democrazia dell’ Italia. Lo ha fatto la Lega. “Lei viene a dire a me che ho perso le elezioni? Certo Madame Le Pen, ho provato a cambiare il paese con un Referendum e ho perso, non ha abbiamo vinto le elezioni del 4 Marzo. Ma lei Madame Le Pen, ha perso nel 2012, nel 2015 e nel 2017. E’ incredibile, viene a parlare a me di elezioni perse. Se lei fosse oggi la Presidente della Francia ci sarebbe lo stesso caos che c’è in Inghilterra per la Brexit”.
Madame Le Pen ha avuto qualche fugace secondo per chiedere a Renzi come sia arrivato al potere. Ma Renzi è stato anche sindaco e presidente di Provincia.
Lasciatemelo dire, con tutta la critica negativa che ho avuto nei confronti della linea politica che Renzi ha imposto al Pd e che ha avuto riflessi negativi sul consenso elettorale, mi tocca ammettere che probabilmente quelle scelte politiche si potevano e si possono collocare nel contesto di quelle che comunemente sono dette “scelte politiche impopolari” che solo i politici coraggiosi intraprendono. Non ho condiviso quasi nulla del percorso del Governo Renzi, lo ho criticato ed ho votato No al referendum da lui promosso ma, resta che in ogni caso quel politico li meglio noto come “il cazzaro di Rignano” ha certamente una marcia in piu’ rispetto ai politicanti che oggi si ergono a grandi statisti. Parlera’ pure un francese alla Toto, ma è lecito chiedersi – ” come ne uscirebbero fuori Matteo Salvini e Lugii Di Maio da un confronto con lui?”
E mentre lo scrivo ho un dolore forte alle mie sacre ovaiett’s perché trovarmi a sostenere Renzi Matteo è qualcosa di molto lontano dalle mie idee politiche.

https://www.france.tv/france-2/l-emission-politique/l-emission-politique-saison-3/920217-l-emission-politique.html?fbclid=IwAR0wOtBvkLj1qNqhLtDglLXIt92Z2ncAYonkz6WWzqk9kmh0MYQOq_4dYz0