SPEGNETE LA TV SOVRANISTA. ACCENDETE IL CERVELLO

DI GIACOMO RUSSO SPENA

Accendo di rado la tv. Ieri sera ho commesso l’errore di farlo. Non essendoci niente di interessante, ho fatto la classica serata di zapping: ho guardato un po’ questo, un po’ quello.
Su Rete 4 ho scoperto una trasmissione di approfondimento politico – almeno si spaccia per tale – di Barbara Palombelli. Ho ammirato la professionalità di uno splendido servizio sullo scandalo degli immigrati che percepiscono il reddito di cittadinanza con tanto di giornalista che chiedeva ad un magrebino di ringrazione in arabo Luigi Di Maio. Pare sia la tv sovranista che ora va di moda. Non contento, sono passato a Canale5 dove era in atto un processo mediatico a Fabrizio Corona intervistato da giganti come Cecchi Paone, Platinette, Barbara d’Urso etc… Intanto si scopre che Matteo Salvini, dati alla mano, è onnipresente in televisione e stacca di molto qualsiasi altro leader politico in termini di presenza mediatica.

Ecco, siccome si parla spesso dei pericoli di internet mi chiedo come mai non si discuta anche della pornografia televisiva. Sì, perché non è genericamente tv spazzatura o trash ma qui siamo ad una vera e propria pornografia: trasmissioni che rappresentanto l’emblema del degrado culturale ed intellettivo di questo Paese.

Altro che la Rete: spegnete la tv, accendete il cervello.