TAJANI SI DIMETTA

DI GIOVANNI PAGLIA

Il Parlamento Europeo dovrebbe sfiduciare immediatamente Antonio Tajani.
Non è accettabile che un’istituzione democratica sia rappresentata da un uomo che minimizzi le responsabilità del fascismo.
Mussolini non ha fatto cose buone: è stato il responsabile di un regime criminale.
Chi avesse dei dubbi può interrogare la memoria di chi fu discriminato, mandato al confino, torturato e ammazzato.
Si vergogni e si dimetta, signor Tajani.

Repubblica lancia la solita operazione: mettere in mostra le ipotetiche divisioni della sinistra, per invitare al “voto utile”.
Ovviamente fa un pessimo servizio alla causa della verità.
Alle prossime elezioni ci saranno infatti certamente una lista della Sinistra, una dei Verdi e una dei Liberali.
Esattamente come cinque anni fa, esattamente come in qualsiasi paese europeo.
L’unica variante è se i socialisti andranno insieme o divisi, visto che Mdp vuole il Pd, ma il Pd pare non volere Mdp.
Quattro famiglie europee, quattro liste in Italia: vorrei che qualcuno mi spiegasse cosa ci sia di strano o scandaloso in tutto questo.