ATTENTATO DI UTRECHT, SALE IL BILANCIO: 3 MORTI E 9 FERITI

DI MARINA POMANTE

 

Salito il bilancio dei morti per l’attacco terroristico avvenuto stamattina a Utrecht in Olanda. L’annuncio ufficiale lo ha dato il sindaco Jan Van Zanen, sono tre i morti e nove i feriti di cui tre in gravi condizioni La sparatoria è avvenuta questa mattina alle 10.45, su un tram nella piazza 24 Oktoberplein, nel quartiere di Kanaleneiland, dove vi sono numerosi capolinea di mezzi pubblici. Il sospettato Gokman Tanis, di origini turche di 37 anni, è riuscito a fuggire. La polizia ha diffuso la foto sulla rete
Secondo i media locali la “polizia sta cercando una Renault Clio rossa“.

L’allerta è stata alzata a livello 5 su tutta l’Olanda. Le moschee, la stazione centrale e tutti gli edifici del campus universitario sono stati chiusi.
Il capo dell’antiterrorismo dell’Olanda, Pieter-Jaap Aalbersberg, ha dichiarato che la sparatoria è avvenuta in “diversi luoghi”.

Alcuni testimoni hanno raccontato al quotidiano olandese Algemeen Dagblad che ad aprire il fuoco potrebbero invece essere state “diverse persone che sarebbero scappate“. Un altro testimone al sito Nu.nl ha descritto “un uomo” che “ha cominciato a sparare all’impazzata”.
Un’altra persona, invece, ha raccontato all’emittente Nrc, che l’attentatore mirava alla gente seduta sul tram.
Il conducente, ha inoltre raccontato che non riusciva ad aprire le porte, ma fortunatamente due persone vicino hanno rotto i finestrini ed è potuto uscire fuori.

La stampa olandese Anp racconta che la polizia parla di un solo responsabile, ma non esclude la possibilità che siano state più persone ad aprire il fuoco. È in corso una caccia all’uomo con gli elicotteri perlustrano tutta la città.