LA MARINA MILITARE SALUTA LE PRIME UFFICIALI CHE SI SONO UNITE IN MATRIMONIO

DI LUCA SOLDI

 

 

È la miglior risposta al Congresso di Verona.
Rosa e Lorella si sono unite in matrimonio proprio mentre c’era chi raccontava di un mondo fatto di muri ed emarginazioni.
Mentre si raccontava di un mondo ormai fuori dal tempo.
E là particolarità di questa unione risiede nel fatto che ad unirsi sono state due donne che hanno fatto della vita militare, della vita in divisa una scelta totale.
Rosa Maria Mogavero e Lorella Cipro, due giovani di stanza a La Spezia, hanno coronato il loro sogno. Le due ragazze, un tenente di vascello comandante di una nave militare del porto di La Spezia e un maresciallo di stanza a Taranto, si sono unite civilmente ieri pomeriggio nel Centro di Arte Moderna.
A fare da picchetto di onore commilitoni e superiori che hanno condiviso la festa con le due ragazze.
A ratificare la completa sintonia anche il ministro della Difesa

Nel pomeriggio infatti sono arrivate anche le felicitazioni del ministro della Difesa Elisabetta Trenta:”Volevo rivolgere i miei più sinceri auguri a Lorella e Rosy – ho saputo che i vostri amici vi chiamano così – i nostri due marinai che il 31 marzo hanno celebrato la loro unione”.
“Sono stata davvero felice di vedere le immagini del vostro giorno più bello, con le famiglie riunite e tanta gioia nei vostri sguardi”, aggiunge il ministro, postando una foto della cerimonia, con le due donne sorridenti e il tradizionale “arco di spade” fatto dai loro colleghi. “Lorella e Rosy – conclude la Trenta – sono l’esempio di una importante evoluzione culturale, nelle Forze Armate e nel nostro Paese. Auguri ragazze!”
E così mentre qualcuno riusciva a scandalizzarsi, mentre altri pensavano al un “pesce” per questo primo aprile, Rosa e Lorella sono partite per un “viaggio” senza confini