LA CORSA PER VEDERE LA COMETA DI HALLEY

DI FABRIZIO FALCONI

Il 9 febbraio del 1986 corsi come un matto sulla terrazza del Gianicolo per osservare la Cometa di Halley. Era luminosissima, una visione soprannaturale che non ho più dimenticato. La Cometa, come si sa, compie un’orbita ellittica intorno al sole (alla velocità pazzesca di 54,6 chilometri al secondo) che dura 76 anni (per l’esattezza 27.500 giorni). E’ dunque piuttosto raro che un essere umano possa assistere per due volte al passaggio di Halley (con la coscienza di osservarla). La mia unica chance l’ho già avuta. Il prossimo perielio (il passaggio più vicino alla Terra) è infatti previsto con esattezza matematica, il prossimo 29 luglio 2061. Ho detto ai miei figli oggi che io, ovviamente non ci sarò a guardarla. Ma li ho pregati, ovunque saranno in quell’anno e in quel giorno, di correre in un buon luogo per osservarla, come ho fatto io in quella notte di febbraio di 32 anni fa. Ho anche detto loro di guardarla per me e di provare a raccontarmela. Magari, in qualche sperduto luogo del non spazio e del non tempo, potrò osservarla anch’io con i loro occhi.

Risultati immagini per LA CORSA PER VEDERE LA COMETA DI HALLEY