BNL ANNUNCIA UN PIANO LACRIME E SANGUE

DI NICOLA FRATOIANNI

Il futuro continua ad avanzare in forma di minaccia.
BNL annuncia un piano lacrime e sangue, sfruttando quota 100 (e quindi le casse pubbliche) per fare ristrutturazione aziendale, lasciare a casa 600 persone e sostituirle con i robot. Quindi meno posti di lavoro e più profitti per loro. Sai che novità…
Oltre noi, che a breve presenteremo una proposta di legge per la riduzione dell’orario di lavoro di modo da contrastare gli effetti dell’automazione, c’è qualcuno che ha intenzione di occuparsi del tema o vogliamo assistere inermi alla sostituzione con i robot di milioni di lavoratori?