MINERBE, VERONA. IL SINDACO LEGHISTA NEGA MENSA A BIMBA DI 8 ANNI. INTERVIENE CANDREVA

DI BEBO MORONI

 

A Minerbe (VR) il Sindaco leghista Girardi applica con fascistissimo rigore il regolamento, e così una bimba di 8 anni, figlia di genitori indigenti, mangia una scatoletta di tonno e una bustina di cracker a pranzo, quello che i genitori si possono permettere. Interviene il giocatore dell’Inter e della Nazionale, Candreva che decide di pagare lui la retta per la bimba. Un beau geste che si apprezza ma non sana l’orrore di un Paese ormai infame e infamante.

Per carità non è che il rigore applicato solo ai deboli sia un’esclusiva della Lega, ma diciamo che loro ci godono assai.
E noi non possiamo che continuare a constatare che abbiamo permesso che si costruisse una società di merda. Mi chiamerei fuori volentieri, posso dire a mia discolpa che mi sono sempre battuto e ribellato, ma evidentemente non bastava indignarsi e scrivere la propria indignazione. Non bastava andare alle manifestazioni e urlare slogan e soprattutto non bastava accontentarsi del meno peggio. Il meno peggio è il fratello stupido del peggio.