A PROPOSITO DELL’INATTUALITA’ DI QUESTA MODERNITA’ DIGITALE

DI ROBERTO COTRONEO

https://www.alganews.it

La modernità digitale ci dice che siamo sempre connessi, che è impossibile non comunicare, che sappiamo tutto di quanto ci accade attorno. Ossessionati dal presente, incapaci di dare un vero spessore alle parole che scriviamo sulle mail o sui social, abbiamo reso passato e futuro un affare fastidioso. Il passato perché richiede un tempo di elaborazione, e il futuro perché richiede un tempo di progettazione e immaginazione. E tutto questo ci rallenta. Per cui è nel presente che si mettono in gioco le parole e ci si mostra. Ma è un presente lontano dal flusso della vita, indifferente alle cose che ci accadono veramente.Nelle “Osservazioni sulla filosofia della psicologia”, Ludwig Wittgenstein scrive che «le parole hanno significato soltanto nel flusso della vita». Per cui non dobbiamo sorprenderci di vivere nell’inattualità, perché questa comunicazione esasperata dal web è inutile alla vita vera. Eppure in troppi pensano di non essere mai stati nel mondo quanto oggi.