ELLY SCHLEIN UNA POLITICA CAPACE E GENUINA

DI CHIARA GELONI

Conosco poco Elly Schlein, ma mi pare una che i voti li ha presi e l’eurodeputata l’ha saputa fare. Continuo a pensare che il cosiddetto movimento “Occupy Pd” da cui prese le mosse la sua ascesa politica sia nato da un grave e dannoso fraintendimento delle intenzioni di Bersani – cosa che mi pare alcuni protagonisti di quella stagione (lei non saprei dire) abbiano poi riconosciuto. D’altro canto col senno di poi devo riconoscere che quel movimento denunciava difetti del Pd che c’erano e ne stavano minando l’anima.
Se si fosse candidata nella lista del Pd/Pse avrei fatto il tifo per lei, come candidata di un’altra sinistra possibile e da costruire insieme. Non mi sento di dire però che abbia fatto la scelta sbagliata. È giovane, giustamente si preserva per tempi migliori e avventure politiche più interessanti che anche grazie a lei verranno. La sua intervista di oggi è piena di buon senso e ha uno spirito unitario e sereno che apprezzo molto.
Politici capaci della generosità genuina dei passi indietro in questi anni ne ho visti pochi. Spero che lei sia una di questi, glielo auguro.