SI LAUREA VENDENDO ACCENDINI

DI PATRIZIA ING. LASSANDRO

È nato in Marocco nel 1987 da una famiglia molto povera.
E’ Arrivato in Italia a soli undici anni attraversando lo stretto di Gibilterra con i familiari per ritrovare i fratelli che da tempo vivevano e lavoravano a Torino.
Ha venduto accendini e fazzoletti, sempre gentile e sorridente.
Finisce le scuole e si iscrive all’università. La famiglia non può permetterselo. Lui però desidera con tutto se stesso poter laurearsi e per questo non ha mollato.
Vendendo cianfrusaglie, si è pagato gli studi e si è laureato al Politecnico alla triennale in Ingegneria. A sostenerlo per fortuna c’è stata la signora Chie Wada, 51 anni, giapponese, la “mamma adottiva”. Ha continuato a inseguire i suoi sogni iscrivendosi  alla specialistica. Contemporaneamente ha continuato a vendere accendini. I suoi compagni e i professori lo hanno aiutano e lo hanno sostenuto. Con tanti sacrifici ha scritto la sua tesi: “Gli effetti dei nanomateriali di carbonio aggiunti ai compositi di cemento”. Finalmente, dopo tanti sacrifici, in questi giorni ha conseguito la laurea specialistica.
Ad applaudirlo, oltre ai quattro fratelli e Chie Wada, anche la mamma Fatna arrivata per l’occasione dal Marocco.
In bocca al lupo e buona fortuna, ingegner Rachid Khadiri Abdelmoula.