STUDIARE, RATZINGER, STUDIARE

DI PAOLO BROGI

Povero Ratzinger. Ignora che già il concilio dei vescovi spagnoli ad Elvira nel 305 – quando il cristianesimo prendeva corpo nell’impero romano – condannò gli “stupratores puerorum” negando loro la comunione persino in punto di morte.
La pedofilia nella Chiesa non aveva bisogno del ’68 per legittimarsi. E’ assai più antica del ’68.
Povero Ratzinger, cosa non si farebbe per aiutare i propri congiunti ecc ecc.
Il ’68 non ha stuprato nessun fanciullo, il relativismo di Ratzinger è davvero miserando

Ps: . Elvira era il nome allora della futura Granada, a Elvira, 19 vescovi iberici trattarono per primo il tema della separazione dalle comunità ebraiche che risiedevano nella penisola iberica, furono adottati 81 canoni molti dei quali “restrittivi” in materia di sesso. Il canone 33 vietava agli ecclesiastici rapporti sessuali (divenuto successivamente decreto con Papa Siricio), la pena in caso di inosservanza era la deposizione, papa Siricio vi aggiunse la scomunica.
Inoltre venivano scomunicati gli idolatri, le madri che facevano prostituire le figlie. Veniva scomunicato per cinque anni chi sposava la sorella della moglie, colpita da scomunica anche l’adultera che abortiva.
Il celibato dei preti si accompagnava alla condanna degli “stupratori di fanciulli” che venne sancita col canone 71.