BRUCIA LA CATTEDRALE DI NOTRE-DAME A PARIGI

DI MONICA TRIGLIA

La cattedrale di Notre-Dame a Parigi è in fiamme. L’allarme è scattato intorno alle 18.50. Ancora ignote le cause. Le fiamme, secondo quanto riferiscono i vigili del fuoco, sarebbero «potenzialmente legate» ai lavori di ristrutturazione dell’edificio. E potrebbero essersi sviluppate da un’impalcatura. Secondo quanto riferiscono le televisioni francesi, la cattedrale sarebbe stata evacuata e non ci sarebbero persone al suo interno. Anche l’intera area dell’Ile-de-la-Cité è stata evacuata.

Numerosi i filmati postati sui social. Nei quali si vede uscire un’alta colonna di fumo, e si notano le fiamme dal tetto, crollato almeno in parte. Anche la guglia, avvolta dalle fiamme, è crollata intorno alle 20. Sembra invece essere stata risparmiata dal fuoco la facciata con le due torri.

Il sindaco di Parigi, Anne Hidalgo, ha parlato di «terribile incendio». «Incendio importante a Notre Dame, dobbiamo stare lontani e lasciare l’area libera perché i soccorsi possano intervenire» ha scritto su twitter il vice-sindaco Emmanuel Gregoire.

Il presidente Emmanuel Macron stava per rivolgere un discorso alla nazione sulla crisi e sui gilet gialli quando, avvertito dell’incendio, ha sospeso il suo intervento per recarsi sul posto. «Un pensiero a tutti i cattolici e tutti i francesi. Stasera sono triste mentre vedo una parte di noi bruciare» ha scritto su twitter.

La cattedrale è una delle costruzioni gotiche più famose del mondo ed è, dopo la tour Eiffel, il monumento più visitato d’Europa con 12 milioni di visitatori all’anno. La sua costruzione risale al periodo compreso tra il 1163 e il 1344. E’ patrimonio dell’umanità dal 1991.

E’ di un anno fa l’appello della Chiesa cattolica francese per raccogliere fondi e avviare opere di restauro.