IL LIBANO E I LIBANESI

DI ALBERTO FORCHIELLI

Scaccia è spesso in Libano perchè collabora ad un progetto per stabilizzarne l’economia. Il Libano ha un economia abbastanza fiorente, in parte ricorda quella italiana, ma alcuni aspetti sono sicuramente peggiori rispetto agli standard italiani, la prima cosa è il debito pubblico, che è circa il 150% del PIL e la seconda è la crescita che è 1,4/1,5% perciò non è che stia andando benissimo e purtroppo pagano il 7% di interesse sul loro debito, quindi sembrerebbe un economia desinata ad un tonfo. In realtà è interessante perchè il Libano esporta capitale umano, esporta talenti che vanno a lavorare nel Golfo e in altri paesi. I libanesi sono eccezionali, sono una diaspora formidabile: lavorano tantissimo e hanno la capacità di plasmare la realtà, perchè sono molto intelligenti hanno le capacità di agire nel mondo reale.L’analisi In questo #IngloriousGlobastards insieme a Fabio Scacciavillani

Pubblicato da Alberto Forchielli su Domenica 14 aprile 2019

Scaccia è spesso in Libano perché collabora ad un progetto per stabilizzarne l’economia. Il Libano ha un’economia abbastanza fiorente, in parte ricorda quella italiana, ma alcuni aspetti sono sicuramente peggiori rispetto agli standard italiani, la prima cosa è il debito pubblico, che è circa il 150% del PIL e la seconda è la crescita che è 1,4/1,5% perciò non è che stia andando benissimo e purtroppo pagano il 7% di interesse sul loro debito, quindi sembrerebbe un economia desinata ad un tonfo. In realtà è interessante perché il Libano esporta capitale umano, esporta talenti che vanno a lavorare nel Golfo e in altri paesi. I libanesi sono eccezionali, sono una diaspora formidabile: lavorano tantissimo e hanno la capacità di plasmare la realtà, perché sono molto intelligenti hanno le capacità di agire nel mondo reale.

L’analisi In questo #IngloriousGlobastards insieme a Fabio Scacciavillani