PIENA FIDUCIA NELLA MAGISTRATURA

DI ARMANDO SOMMAJUOLO

 

 

 

 

Cosi afferma Zingaretti a cui i giudici hanno arrestato mezzo PD umbro dopo aver scoperto l’ennesimo verminaio a cui i politci di ogni colore ci hanno purtroppo abituato. La mangiatoia su cui mettere le zampe e’sempre la stessa: la sanita’ pubblica. Alla faccia dei cittadini,dei malati e nel caso umbro anche dei disabili. Gli scandali che in questi ultimi 25 anni hanno decapitato le giunte regionali di ogni colore hanno riguardato quasi sempre la Sanita’ provocando un danno alla comunita’ valutabile in miliardi di euro. Questo dell’Umbria e’ solo l’ultimo scandalo,preceduto da quello lombardo con Formigoni in galera. Ma possiamo ricordare-come ricorda il Fatto Quotidiano,le inchieste su Cuffaro in Sicilia,Del Turco in Abruzzo ,Fitto in Puglia,Pittella in Basilicata.
Ora Zingaretti afferma di aver fiducia nella magistratura ma per combattere questo cancro bisognerebbe candidare gente capace e onesta. E invece il segretario candida “ dinosauri,notabili ed ex renziani” alcuni dei quali con un passato imbarazzante. Come l’ex assessore alla Sanita’ lombarda, Patrizia Toia appena ricandidata nel PD alle Europee,coinvolta nel 95 nell’ennesimo scandalo in cui politici vari si spartivano le asl locali. Furono tutti inquisiti e in seguito assolti grazie al parlamento a maggioranza di centrosinistra che depenalizzo’ il reato di abuso d’ufficio non patrimoniale.
E poi si stupiscono e si indignano .
Come diceva Toto’ ?…Ma mi faccia il piacere !!

(ma mi faccia il piacere! ndr)