TRIA CONSIDERA DISTRUTTIVA LA PATRIMONIALE? FA RIDERE

DI GIOVANNI PAGLIA

Un lavoratore che chiamano “fortunato” in Italia guadagna 1.500 euro al mese. Paga il 20% di tasse su quello che guadagna, il 22% di IVA su quello che consuma, e per 30 anni di mutuo ha mediamente più debiti che risparmi.
Praticamente lavora per lo Stato e per le banche.
Poi c’è un 10% di famiglie che ha accumulato più della metà della ricchezza nazionale, e vive seduta su ciò che possiede da generazioni.
In queste condizioni il ministro Tria considera “distruttiva” la patrimoniale.
Sono ridicoli.