PERTH, AUSTRALIA: UN TOUR IN EQUILIBRIO TRA PASSATO E PRESENTE

DI FRANCESCA SPANÒ

Perth è una delle città dell’Australiache più ha modificato il suo volto nel tempo. Se negli anni Ottanta era la sede di imprenditori rampanti e con pochi scrupoli, dopo il crollo del mercato azionario nel 1987 ha iniziato a vivere una seconda primavera. Ancora oggi, il suo profilo è caratterizzato da alti palazzi che ospitano gli uffici di compagnie minerarie e petrolifere, ma anche da costruzioni storiche che ricordano il passato. Chi arriva in questo angolo di mondo, di solito, organizza escursioni appena fuori dal centro, dopo un giro nel suo cuore più profondo. Nel tratto che da qui giunge a Fremantle, ad esempio, non mancano i tour a tema particolarmente interessanti, non ultimo quello alla volta di Rottnest Island. Belli anche i Pinnacles del Namburg National Park, con centinaia di colonne calcaree che si ergono sul suolo desertico, fino a raggiungere i 5 metri. Sono stati creati dalla forza erosiva del vento e il loro fascino è innegabile.

Avveniristici edifici e atmosfera moderna

Lo spettacolo delle dimore eleganti e di design che si affacciano sullo Swan River, è una delle attrazioni che immediatamente colpisce i visitatori. Perth del resto ha uno stile mediterraneo e una particolarità: è tra le città più remote del globo e questo suo isolamento ne ha creato la storia. La fondazione risale al 1289 quando venne chiamata Swan River Settlement e l’idea era quella di creare una colonia abitata solo da uomini liberi. Non fu un successo immediato però, perché le migrazioni furono fermate dalla presenza di zone paludose e zanzare da bonificare. Fu solo alla fine dell’Ottocento che, grazie alla febbre dell’oro le cose cambiarono del tutto. Del boom edilizio, purtroppo, non restano i palazzi vittoriani che furono abbattuti negli anni Sessanta-Ottanta e al loro posto oggi sorgono diversi grattacieli.

Cosa vedere a Perth e cosa fare

Per cominciare, potrebbe essere una buona idea prendere il Perth Tram, un autobus che compie un giro turistico toccando le tappe di maggior interesse  in novanta minuti di tour con partenza dal 565 di Hay Street. Chi vuole dedicarsi allo shopping, deve raggiungere il tratto tra Hay Street e Murray Street tra gallerie commerciali e grandi magazzini, mentre nell’estremità ovest di St. Georges Terrace, sorge il Parliament House. Bello poi il giro al Western Australia Museum che ospita le esposizioni sulla cultura aborigena e le meteoriti rinvenute nel Paese. L’Art Gallery of Western Australiaoffre collezioni di arte australiana, dell’area del Pacifico ed europea, mentre l’area verde si concentra nell’estremità occidentale di Perth con il Kings Park di mille ettari. Al suo interno si può visitare il Botanic Garden con oltre 2500 piante del Western Australia. Visto il clima perfetto, la zona si può esplorare anche in bicicletta,  prima di raggiungere il punto focale di Perth: lo Swan River. L’ampio fiume è perfetto per un itinerario a tutto relax fuori città, mentre per chi vuole respirare ancora la mitica atmosfera degli anni Ottanta, l’indirizzo giusto è quello del Burswood Resort & Casino.

Perth, Australia: un tour in equilibrio tra passato e presente