PASQUA DI SANGUE IN SRI LANKA

DI MARINA POMANTE

Pasqua di sangue nello Sri Lanka. Nella capitale Colombo e in altre città si sono avvertite esplosioni che hanno colpito tre chiese e tre hotel. Alle 9 del mattino ora locale, si sono verificate 6 esplosioni simultanee e almeno due sarebbero state causate da attentatori suicidi. Oltre alla capitale gli attentati sono avvenuti nella città orientale di Batticaloa e a Negombo, città a maggioranza cattolica a nord della capitale. Il bilancio delle vittime, destinato a salire, è di almeno 52 morti e 280 feriti: 24 a Colombo, 25 a Batticaloa. L’agenzia Reuters afferma che secondo fonti della polizia, ci sarebbero più di 50 morti nella sola città di Negombo. Se tutto venisse confermato, il bilancio delle vittime arriverebbe a più di 100 morti. Tra le vittime potrebbero esserci cittadini stranieri.