NON COMPARSE CHE DELEGANO, MA CITTADINI PROTAGONISTI DI UN FUTURO

DI VANNI CAPOCCIA

 

I muri di Perugia sono pieni del faccione del sindaco uscente che vende se stesso o si fa vendere come se fosse un prodotto da posizionare sul mercato.

Manifesti che testimoniano la mancanza di un progetto. Ma Perugia non ha bisogno dell’adesione della gente ad una faccia elettorale né di comparse che deleghino se stesse ad un altro.

Ha bisogno della partecipazione dei cittadini. Di persone consapevoli d’essere parte di una visione della città che anticipa la realtà, di protagonisti di un futuro da costruire insieme.