RICORDANDO ALESSANDRO PANARO, PROTAGONISTA INDIMENTICABILE DI ‘POVERI MA BELLI’

DI GABRIELE BOJANO

Sono frastornato e affranto: Alessandra Sabet Panaro ci ha lasciati! È stata un’attrice del cinema italiano, indimenticabile in “Poveri ma belli”, volto tv ai tempi del Musichiere e compagna di scena di Gassman nel Mattatore ma soprattutto mia amica discreta ed elegante su Facebook. Ero talmente orgoglioso di poterla annoverare tra quanti mi seguono che a settembre le dedicai un post. Lei ne fu contenta anche perché in tanti condivisero le mie parole di stima e amicizia. Ripropongo quanto scrissi allora. Mi mancherai Alessandra.

 Sono molto orgoglioso dei miei amici di Facebook che mi seguono con attenzione e simpatia. Il bello di questa comunità è che accorcia ogni distanza e ti da’ la possibilità di interagire con il vecchio compagno di scuola che non vedi da decenni così come con il collega dai trascorsi blasonati. Tra tutti quelli che costantemente mettono like alle mie amenità c’è una persona “speciale” che mi onora della sua amicizia. Si chiama Alessandra Sabet, è una bella ed elegante signora che fin dal primo momento mi è apparsa diversa da tutti gli altri. Ho capito di avere a che fare con un’amica non comune quando, scrivendo di Monica Vitti e di Vittorio Gassman, la signora in questione mi accennava a questi straordinari attori come suoi cari amici, con cui trascorreva vacanze e momenti indimenticabili di serenità. All’inizio ho pensato a una mitomane, ce ne sono tanti sui social, di che meravigliarsi. Ma poi ho interrogato Google e ho fatto una bella scoperta: Alessandra Sabet altri non è che Alessandra Panaro, protagonista e testimone di una stagione indimenticabile del nostro cinema, quella dei “Poveri ma belli”. Sabet e’ il cognome del primo marito scomparso nel 1983. Il secondo, tanto per dire, si chiamava Giancarlo Sbragia. Ma vi rendete conto chi segue il vostro piccolo cronista di periferia ? Un’attrice. E che attrice. Una delle “cognatine” in tv del “Musichiere” con il grande Mario Riva (l’altra era Lorella De Luca) nonché compagna di lavoro di Totò in “Totò, Peppino e le fanatiche”. Qualche altro suo film? C’è solo l’imbarazzo della scelta: “Guardia, guardia scelta e maresciallo”, “Poveri ma belli”, “Belle ma povere”, “Rocco e i suoi fratelli”, “Cerasella”. Proprio “Cerasella” con un esordiente Claudia Mori e Mario Girotti, non ancora diventato famoso come Terence Hill, fu girato a Vietri sul Mare e nel 1993 fu al centro di una serata-amarcord di cui scrissi sul Roma. Non voglio lodare i bei tempi andati ne’ credo che sia la volontà della signora Sabet che come noi tutti vive con preoccupazione l’attuale momento politico italiano. Però qualora avesse tempo e voglia di tanto in tanto mi piacerebbe che aprisse per noi, pochi intimi di Facebook, il suo baule di ricordi. Sarebbe un arricchimento che coglieremmo con lo stesso nostalgico piacere con cui ogni sera assistiamo a Techetechete’ su RaiUno. Grazie Alessandra ❤️

L'immagine può contenere: 1 persona
L'immagine può contenere: 1 persona, persona seduta e spazio al chiuso
L'immagine può contenere: 2 persone, persone che sorridono, persone sedute, persone in piedi e scarpe
L'immagine può contenere: 1 persona, primo piano
L'immagine può contenere: una o più persone