INCRESCIOSI ACCADIMENTI. IL MINISTRO DELL’INTERNO TRA GLI ASSENTI

DI FABIO VENNERI

Nelle ultime settimane abbiamo assistito ad un scia di omicidi mafiosi fra Napoli, Foggia,
oltre ad una sparatoria in pieno giorno per le strade di Milano; le mafie alzano la testa.
E mentre avviene tutto ciò, il nostro Ministro dell’Interno gira l’Italia mangiando come John Belushi in “Animal House” ed esibendosi nelle piazze facendo, talvolta, una mediocre imitazione di Mussolini, il tutto a spese del contribuente, cioè tutti noi!
Lui, che occupa il ministero preposto alla difesa degli italiani, pensa ai grembiulini da fare indossare ai bambini per creare “ordine e disciplina”, mentre nel Paese è proprio l’ordine pubblico a mancare, tanto da far dire al procuratore antimafia Cafiero de Raho: “Per la politica la camorra non è una priorità”.

Però a pensarci bene il tutto ha una sua coerenza: attraverso la riforma della Legittima Difesa, il Ministro vuol farci capire che dobbiamo pensare a difenderci da soli, perché lui a difenderci non ci pensa proprio, troppo impegnato a mangiare e a fare comizi.