IL CONFLITTO TRA EUROPEISTI E SOVRANISTI È UNA TRUFFA IN ITALIA ED IN EUROPA

DI GIORGIO CREMASCHI

L’austerità che ha fatto tanti danni sociali ai popoli europei e alla democrazia, la politica di fondo che da sempre guida la UE va benissimo, non deve essere cambiata e va difesa anche con la forza.

“..Fin dalla sua istituzione, l’Unione europea, guidata dai suoi valori e dalle sue libertà, ha garantito stabilità e prosperità in tutta Europa, all’interno e all’esterno dei suoi confini..”

“..Proteggeremo i nostri cittadini e ne garantiremo la sicurezza rafforzando il nostro potere di persuasione e di coercizione e collaborando con i nostri partner internazionali..”

Questi sono alcuni passaggi della dichiarazione sottoscritta a Sibiu in Romania il 9 maggio da TUTTI i capi di governo della UE.
Leggete questo documento, perché in Italia nessun mass media ne ha parlato, dovendo la stampa e il palazzo alimentare la finta contesa tra europeisti e sovranisti.
A Sibiu Conte Macron Merkel Orban Tsipras Kurtz e naturalmente Juncker e Tusk hanno sottoscritto un appello al voto per CONSERVARE LA UE così come è.
In quel testo si esalta la fondazione trentennale della UE facendola coincidere con la caduta del muro di Berlino e con il libero mercato e la competitività. Viva Maastricht, viva l’Euro, viva la BCE, viva il Fiscal compact. E viva la NATO. Sì perché il documento esalta un’idea aggressiva della UE verso est e sud, nell’affermazione guerrafondaia della forza della civiltà europea. Nessuna autocritica sulle questioni sociali, ma anzi avanti con le politiche di questi anni che TUTTI i capi di governo considerano vincenti. E soprattutto TUTTI si impegnano a CONCORDARE tutto, quindi a non cambiare nulla.
Questo documento ipocrita ed indecente, che mette assieme liberismo, europeismo e sovranismo nel nome della peggiore retorica euroatlantica, continuerà ad essere censurato in Italia, nell’interesse di tutti i leader dei partiti che si contendono i voti per le prossime elezioni. Come farebbero infatti Salvini Di Maio Zingaretti Berlusconi Bonino Meloni Fratoianni a continuare a chiedere voti per cambiare la UE, quando TUTTI i loro referenti europei, e il presidente del consiglio italiano, hanno concordato che la UE va benissimo così? Queste elezioni europee stanno costruendo un colossale imbroglio, con tanti cittadini che voteranno pensando di scegliere chissà quale alternativa, mentre i capi di TUTTI i governi hanno già concordato di andare avanti, cioè indietro, come sempre.
Il conflitto tra europeisti e sovranisti è una truffa in Italia come in Europa.
E per me il peggiore di TUTTI è Tsipras, che dopo aver accettato tutte le peggiori politiche economiche liberiste, ora fa sua anche l’ipocrita paccottiglia ideologica dell’europeismo liberale e guerrafondaio.
Davvero nella UE c’è bisogno di un’alternativa, ma TUTTI i capi di governo che hanno sottoscritto questo documento stanno dall’altra parte.