LEGA E CINQUE STELLE, LA PASTA È LA STESSA

DI TONI JOP

DI MAIO DA FLORIS AGGIORNA IL SUO GIUDIZIO DESOLATO SUL GOVERNO: AL MOMENTO DEL SUO INTERVENTO, MANCAVANO POCHE ORE AL CONSIGLIO DEI MINISTRI E ANCORA, LAMENTA, A LUI, VICEPRESIDENTE, NESSUNO AVEVA ANCORA PASSATO IL TESTO DA VOTARE SULLA FLAT TAX… PER DIRE: “SIGNORA MIA, PENSI CHE SITUAZIONE IMBARAZZANTE…”. COSÌ DI MAIO PRESENTA IL GOVERNO IN CUI GOVERNA COME FORZA DI GOVERNO MAGGIORITARIA DA ANNI. E RIPETO LA PAROLA GOVERNO CON INTENZIONE. ALMENO, DOVREBBE AMMETTERE CIÒ CHE A OGNI OSSERVATORE APPARE EVIDENTE, E CIOÈ CHE IL SUO PROGETTO POLITICO È FALLITO. MUOVERSI CANDIDAMENTE A DESTRA O A SINISTRA, CON NESSUNA REMORA SESSUALE, NON È LA STRADA GIUSTA E LO STAI DICENDO TU DI MAIO CON QUEL RACCONTO SUL CONSIGLIO DEI MINISTRI. E NON TANTO NELLE PAROLE, NELLA SEQUENZA DEI FATTI, MA NELLA MESSA IN SCENA, SULLO STILE DEL RACCONTO CHE TI VA DI ADOTTARE. QUESTO È IL RISULTATO DI QUELLA STRATEGIA E LA MISURA DEL DISGUSTO LA DAI TU, NESSUN ALTRO, NON SI TRATTA DI INTERPRETARE, QUELLA SEQUENZA DI IMMAGINI E SUONI È IMPECCABILE PER LEALTÀ. E NON È CHE VADA MALE, LA RELAZIONE DI MAIO-SALVINI, PERCHÉ IL FONDO DEL LORO BARILE SIA DIVERSO, MA SOLO PERCHÉ UNO DEI DUE CONTENDENTI – I CINQUE STELLE – NON HA SAPUTO MUOVERSI CON FRANCHEZZA DENUNCIANDO IL SUO STARE FONDAMENTALMENTE A DESTRA, E SU QUESTA FRANCHEZZA POI COSTRUIRE IL GOVERNO. INFINE: IL PD HA FATTO BENISSIMO A NON FARE ACCORDI DI GOVERNO CON I CINQUE STELLE, PERCHé IL CENTROSINISTRA NON FA ACCORDI CON FORZE PRONTE A CONVIVERE CON L’ESTREMA DESTRA. PERCHÉ QUELLA DISPONIBILITÀ DICE UNA COSA SOLA: CHE LA PASTA È LA STESSA.