NON TUTTE LE TASSE SONO UGUALI

DI ANTONIO GIORDANO

Nessuno ama pagare le tasse. Ma non tutte le tasse sono uguali.

“Sul piano dell’equità sono preferibili le imposte dirette che, commisurandosi alla ricchezza posseduta, si adeguano meglio alla capacità contributiva del soggetto.” (cit.)

L’aumento dell’IVA (imposte indirette) , che sta per abbattersi sui consumi, appartiene alla categoria delle tasse più inique,
in quanto l’aumento colpisce indifferentemente chi vive in condizioni di povertà e chi conduce la vita del nababbo.

Lo schiaffo alla logica e alla giustizia è che questo aumento servirà in gran parte a coprire il costo della tanto sbandierata “flat tax” , ovvero una riduzione per i più benestanti di quelle tasse (le imposte dirette) che per loro natura sono più “eque” (e quindi sostenibili per le classi meno abbienti).