TUTTA COLPA DI CHI HA RUBATO IL PUPAZZETTO DI ZORRO

DI EMILIANO RUBBI

Nella vita, a volte, si fanno cose che non si dovrebbero fare.
Sbagliamo, tutti.
Io stesso sono un esperto di sbagli, ne ho fatti davvero una marea.
Però ci sono alcune cose che non si dovrebbero mai neanche immaginare, dei limiti che non si dovrebbero mai superare.
Perché farlo porta a delle conseguenze inimmaginabili, terribili.

A volte uno vorrebbe poter rifare tutto, mettere le lancette dell’orologio indietro di un’ora, un mese, un anno e cambiare ogni cosa, avere un’altra possibilità.
Ma la verità è che, in questi casi, non esiste più una soluzione.
E allora non puoi far altro che accettare.
Prendere atto del danno che hai fatto, del dolore che hai causato, e renderti conto che la colpa è tua, solo tua e di nessun altro.
E non ci sono giustificazioni che tengano, non ci sono scuse, non ci sono scappatoie.

Sto parlando con te, maledetto pezzo di merda che hai rubato il pupazzetto di Zorro a Salvini.
Tutto questo lo dobbiamo a te.
Ti odio.