DA DOMENICA APPUNTAMENTO CON LA SETTIMANA DELLA SCLEROSI MULTIPLA

DI ELISA BENZONI
Torna la settimana della sclerosi multipla, il consueto appuntamento annuale dell’Associazione italiana sclerosi multipla (AISM) sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica.
La settimana nasce con l’obiettivo di parlare della sclerosi multipla e dare visibilità alla malattia e alla ricerca. Il messaggio promosso è quello della campagna #MyInvisibleMS della Federazione Internazionale della SM (MSIF) lanciata in occasione della Giornata Mondiale dedicata alla sclerosi multipla, che il 30 maggio di quest’anno si celebra per l’undicesimo anno in 70 Paesi.
“Rendere visibile” la sclerosi multipla e informare sugli ultimi sviluppi della ricerca scientifica di eccellenza, questo l’obiettivo dei molti eventi organizzati. Ma la settimana sarà anche l’occasione per presentare Barometro della Sclerosi Multipla 2019, la fotografia della sclerosi multipla aggiornata ogni anno dall’osservatorio AISM, e gli avanzamenti dell’Agenda della SM 2020.
La Settimana parte il 25 con l’iniziativa di raccolta fondi nelle piazze tramite l’acquisto delle erbe aromatiche. In 500 piazze italiane (http://www.aism.it/aromatiche), verranno fornite informazioni sulla ricerca scientifica finanziata dall’Associazione e sarà una occasione per raccogliere fondi che saranno interamente devoluti alla ricerca.
A sostegno della campagna anche il numero solidale AISM 45512, per finanziare progetti di ricerca legati alla forma progressiva di sclerosi multipla, la forma più grave, a oggi orfana di trattamenti efficaci (2 euro da cellulare e 5 euro da rete fissa TWT, Convergenze e PosteMobile; 5 o 10 euro da rete fissa TIM, Vodafone, Wind Tre, Fastweb, e Tiscali).
La sclerosi multipla rimane la prima causa di disabilità nei giovani dopo gli incidenti stradali. Cronica, imprevedibile e spesso progressivamente invalidante, colpisce una persona ogni 3 ore, viene per lo più diagnosticata tra i 20 e i 40 anni in maggioranza nelle donne (2 a 1 rispetto agli uomini). Le persone con SM sono 3 milioni nel mondo, 700 mila in Europa e 122 mila solo in Italia.