LA MARATONA RACE FOR THE CURE PER TUTTI NOI

DI SABRINA PARAVICINI

Oggi era un giorno “buono” e siamo usciti a pranzo, ho incontrato decine di donne che arrivavano dalla maratona “Race for the cure”, maglietta bianca e scritte rosa, erano felici, amiche, in coda per ordinare il pranzo. Le guardavo timida dal ciuffo della mia parrucca e pensavo che oggi, nonostante fosse un giorno “buono”, non avrei avuto la forza di correre o camminare.
Ho pensato: “hanno corso per me, per noi”.
Questa maratona è la metafora perfetta di quello che le persone possono fare per gli altri, per chi ha bisogno. Correre per gli altri. Fare per gli altri.
E’ una cosa che ho sempre cercato di fare, credo che sia un dovere di chi ha le possibilità fisiche o economiche correre per gli altri. Non l’avevo mai compreso bene fino ad oggi, fino a quando un po’ in imbarazzo, ma grata, ho sentito che qualcuno stava “correndo” anche un po’ per me.

Risultati immagini per LA MARATONA RACE FOR THE CURE